The nice guys. Due al prezzo di uno

The nice guys (2016) USA di Shane Black

Los Angeles, 1977. Holland March, un investigatore privato divenuto disilluso ed alcolista dopo la morte della moglie, viene assunto dalla signora Glenn, zia della pornostar Misty Mountains, deceduta qualche settimana prima in un incidente d’auto poco chiaro. Ella sostiene di aver visto sua nipote ancora viva: Holland accetta il caso e si mette sulle tracce di Amelia, una ragazza scomparsa che la signora potrebbe aver scambiato per Misty. Tuttavia, Amelia non desidera essere trovata ed assolda il picchiatore Jackson Healy per liberarsi di Holland. Dopo avergli rotto un braccio come avvertimento, Healy sfugge ai gangster Blue Face ed il Vecchio, interessati a trovare Amelia. Capendo che la ragazza è in pericolo, Healy assume un riluttante Holland per trovare Amelia prima che lo facciano i due ceffi.

La commistione tra il genere noir ed il buddy movie non è particolarmente riuscito in un’opera che pure presentava due stelle di prima grandezza come Crowe e Gosling. La combinazione non è però riuscita sia per lo script poco originale che per una regia piatta e convenzionale. Il citazionismo anni settanta, con l’attenta ricostruzione di ambienti e costumi, e la passeggiata tra i diversi generi risulta generica e sterile, come un’operazione fredda concepita a tavolino che non assume mai un’anima reale e concreta. Che differenza con l’0perazione di Anderson di Vizio di forma, dove il periodo storico riprendeva vita. Qua si accelera sul versante brillante, offuscando l’oscuro periodare dell’hard boiled, come per paura di trovare angosce disturbanti. Tutto rimane in superficie nonostante l’impegno di maestranze e attori.

Potrebbe piacerti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Email